YEAST GENOVA

Una meravigliosa settimana in Grecia

Il titolo del progetto europeo era Europe Back to Work. Un titolo che può sembrare vago, forse. Un titolo che però nascondeva il vero grande tema di questa settimana greca: il lavoro e la gioventù europea, probabilmente uno dei temi più delicati dei giorni nostri. Il tutto svolto a Loutraki, una pittoresca città marittima a circa un’ora da Atene.

15195845_884295438372354_9024574541993284230_o

Uno scambio giovanile stimolante, che ha messo in contatto il nostro gruppo, quello italiano, con cinque diversi altri gruppi nazionali: Romania, Estonia, Lettonia, Turchia e Grecia, per l’appunto. Un tema molto variegato e difficile da condensare in appena sette giorni. Con Nikos, ambizioso trainer greco di appena 24 anni, si è dibattuto di disoccupazione giovanile, di consigli circa colloqui lavorativi e di skills che una persona deve maturare per divenire appetibile nel mercato del lavoro. Ma non solo. Si è parlato anche delle possibilità che l’Unione Europea e numerose ONG garantiscono ai giovani europei, come per esempio l’Erasmus per giovani imprenditori sotto l’egida del progetto Erasmus+.

erasmus

Durante la settimana mi è stata anche data la possibilità di organizzare un workshop di un’ora insieme Konstantina, Katrīna e Şeyma, prima volta in assoluto nelle mie esperienze progettuali europee. Sotto forma di brain storming abbiamo dibattuto sul rapporto tra le vocational high school (ovvero gli istituti professionali), le università e la disoccupazione giovanile, giungendo a conclusioni comuni in Paesi anche non così vicini geograficamente. Insomma, una settimana stimolante con persone ricche di idee, ambizioni e progetti per il loro futuro.

Ma si sa, un progetto Erasmus+ non è solo questo. La seconda fase di queste settimane si svolge al di fuori degli workshop, quando si socializza, si discute, si ride, si instaurano legami forti con persone che altrimenti non si sarebbero mai conosciute. È il caso degli estoni per esempio, con cui il nostro gruppo italiano ha instaurato istintivamente un rapporto forte, creando il cosiddetto gruppo degli “Italonians“. È il caso dell’orgoglio popolare dei lettoni, della solarità dei rumeni, della tradizione dei turchi e della calda ospitalità dei greci.

15259214_884269751708256_4896980100752212858_o

Sono molti i momenti che porterò dentro di me. Dal già menzionato workshop sulla scuola alle lezioni di italiano date a Konstantina e Sília. Dal cinismo di Maarja alla creatività di Adelin. Dalla simpatia delle due sorelle Oana e Cristina alla solarità di Kerrit. Dalla brillantezza di Marti all’affiatamente avuto con il gruppo italiano, composto anche da Giulia, Maddalena e Alessandro. Dall’organizzazione di Vivi alla pazzia di Elerin. Senza dimenticare poi la gita a Nauplia, conclusa con una meravigliosa passeggiata al tramonto sul lungomare, tutta a tinte “Italonians“. Legami forti saldati in un brevissimo tempo, come probabilmente non sarebbe possibile nella mia Genova.

Sono giusto così al mio quarto progetto Erasmus+, dopo quelli in Polonia, a Cipro ed in Romania.

La domanda è una sola: se non avete mai preso parte a nulla di ciò, cosa state aspettando?

Le foto del progetto le trovate sulla nostra pagina facebook:

FOTO LOUTRAKI

Mettiti in gioco Viaggia in Europa con Erasmus+

 

GUARDA IL NOSTRO VIDEO

#Erasmus+
Viaggia in #Europa (quasi) GRATIS con YEAST

Video finanziato tramite il bando “Attività formative autogestite dagli studenti – anno 2015”Universit0001-1à di Genova

9 novembre Giornata Internazionale contro il Fascismo e l’Antisemitismo

COMUNICATO STAMPA

9 novembre-Giornata internazionale contro il fascismo e l’antisemitismo

Mostra-evento sulla campagna promossa dal network UNITED

14563333_622198467986481_6571392816188421174_n

Da Lunedì 7 a Domenica 13 Novembre Y.E.A.S.T. insieme a TATABOX organizzano una mostra-evento per la , promossa dalla rete UNITED for Intercultural Action

La mostra sarà ad ingresso libero, allestita presso Tatabox Officina Studio a Genova in Via Fieschi 69r (galleria del Bingo di Piazza Dante) sarà visitabile tutti i giorni dalle 8 alle 22.00.

La mostra fa parte di una serie di eventi organizzati in tutta Europa per non dimenticare gli errori del passato e prevenire nuove forme di fascismo e antisemitismo.

Da oltre vent’anni UNITED promuove questa campagna per la memoria del 9 novembre, ricorrenza della Kristallnacht, la Notte dei Cristalli che diede avvio all’azione di sterminio degli ebrei da parte dei nazisti.

Il percorso vuole stimolare il visitatore a riflettere su quanto sia accaduto in passato, per non dimenticare, ma soprattutto per permettere che non riaccada più; riconoscere le nuove forme di fascismo è il primo passo per cancellare odio e discriminazione dalla nostra società.

Pagina dell’evento: https://www.facebook.com/events/208017366276604/

Sito ufficiale della campagna: http://dayagainstfascism.eu/

METTITI IN GIOCO Viaggia in Europa con Erasmus+

Erasmus+
Viaggia in Europa (quasi) GRATIS con YEAST

GUARDA IL NOSTRO VIDEO
Video finanziato tramite il bando “Attività formative autogestite dagli studenti – anno 2015” dell’Università degli studi di Genovaerasmus

NASCE LA “FEDERAZIONE ANNA LINDH ITALIA”

 

CENTOLogo_FalItalia ISTITUZIONI  INSIEME  PER PROMUOVERE IL DIALOGO E LA PACE.

I GIOVANI “CACCIATORI” DEL POSITIVO E “COSTRUTTORI” DEL FUTURO.

LE CITTA’  PROTAGONISTE PER LA CREAZIONE DI  LUOGHI DI RELAZIONE.

LA FEDERAZIONE, SENZA SCOPO DI  LUCRO, CONDIVIDE LE FINALITA’ DELLA “FONDAZIONE ANNA LINDH”: CREATA NEL 2004 DALLA COMMISSIONE EUROPEA CONGIUNTAMENTE AI 42 PAESI EUROMEDITERRANEI, HA SEDE AD ALESSANDRIA IN EGITTO ED  E’ STRUTTURATA  IN  RETI  NAZIONALI  COSTITUITESI  NEI  RISPETTIVI PAESI

La FEDERAZIONE ANNA LINDH ITALIA Onlus nasce con l’obiettivo di promuovere, sostenere ed attuare l’interazione culturale e sociale tra l’Italia e i paesi euromediterranei in vari campi d’azione tra i quali:     arte, architettura, archeologia, ambiente, artigianato, giovani, donne, diritti umani, migranti, mestieri d’arte, occupazione, formazione, educazione, infanzia, sport, dialogo interreligioso, legalità, musica, cultura del cibo, empowerment, tradizione, turismo, solidarietà sociale, scambi economici e culturali, mestieri d’arte.

In particolare la Federazione intende attuare iniziative in favore dei giovani finalizzate specialmente a restituire loro speranza e fiducia attraverso la promozione del “vero”, del “bello” e del “buono”: uno degli obiettivi è sostenere scambi tra i giovani dei vari paesi euromediterranei attraverso un programma pilota tipo “Erasmus”, individuando strategie per facilitare la mobilità nel rispetto della sicurezza.

Altro obiettivo prioritario della Federazione è realizzare iniziative di concerto con le principali città per attivare luoghi per e del dialogo, sostenendo ogni azione tesa ad individuare, ogni tre anni, una “Capitale Mediterranea del Dialogo”, alla stregua delle “Capitali Europee della Cultura”.

Gran parte dei membri della Federazione sono i fondatori, nel 2004, della Rete Italiana della “Fondazione Anna Lindh” e rappresentano, in quanto insieme di reti,  oltre 600 organismi che, di fatto, condividono le finalità della Federazione. Le loro attività, caratterizzate da concretezza ed utilità per il bene comune e per i bisogni reali degli individui, sono state riconosciute con Delibere Ufficiali da Stati, Regioni ed Istituzioni dei principali Paesi euromediterranei ufficialmente rappresentativi di oltre 400.000.000 di cittadini.

I primi membri fondatori:

Università Pontificia Salesiana – I Salesiani –  Agenzia per il patrimonio culturale euromediterraneo – Fondazione Idis Città della Scienza – Maison de la Méditerranée – Movimento per la cooperazione internazionale – PCAint –  Rete di Università MUNA (presso l’Università Federico II di Napoli) – Accademia del Mediterraneo – Associazione Futuridea – Fondazione Caponnetto  Istituto di Culture Mediterranee – Osservatorio Mediterraneo sulla criminalità organizzata e le mafie – Associazione Leucosia  Associazione interculturale Grammelot – Obiettivo Solidarietà onlus – Ceipes – Comune di Pescasseroli – Comune di Furore – Associazione Open-med – Associazione psicologi per la responsabilità sociale – Istituto per la promozione del servizio civile – Associazione Valida – Euromed Centre Ragusa – Associazione sportiva “Margherita sport e vita basket”- Associazione Retlis – Cooperativa sociale Crinali onlus  Carlo Rendano Association – Psi.com, – Associazione Occuparti – Rete della società civile Labmed – Associazione di promozione sociale comitato don Peppe Diana – Cooperativa sociale altri orizzonti by Jerry Essan Masslo – Rete di città Euromedcity – Museo della Pace-MAMT – Associazione di volontariato sinistra 2000 – Rete Isolamed – Associazione di volontariato medico-sociale Jerry Essan Masslo – Vitality onlus – Rete di università Almamed – Associazione culturale Punti cospicui – Associazione culturale Anton Stadler – Istituto euro mediterraneo – Y.e.a.s.t.- Fyouture associazione di promozione sociale –  Progetto mediterranea – Fondazione Luigi Granese – Fispmed onlus – Astragali teatro-eufonia scrl – Studio Castrolla Fondazione Mediterraneo onlus – Associazione Informagiovani – Cooperativa sociale Studio e progetto 2 – Associazione Expoitaly per il Servizio Civile – Associazione Nuovi Profili – Servizio Civile Internazionale – Associazione Impariamo ad Imparare –  Associazione di volontariato “Il mio pezzetto di sole” – Associazione Dica onlus – Associazione Mario Molinari – Associazione Oratorio Evviva Maria Onlus…

 

De GustiBUS 8 settembre dalle 18.00

degustibus logo

Castello D’Albertis Museo delle Culture del Mondo, l’associazione Y.E.A.S.T., la Cooperativa Solidarietà e Lavoro, l’Associazione Culturale 4GREEN e Papille Clandestine organizzano per il quarto anno un viaggio alla scoperta dei sapori del mondo con diversi punti gastronomici nel parco del castello per scoprire il “gusto” di altre culture.

I profumi e ipiatti appetitosi provengono da:

Brasile (Associazione Luanda), Messico, Perù (Associazione Interculturale Encuentro Entre 2 Mundos), India (ristorante Bombay Palace), Giappone (Il sapore dei fiori di ciliegio), Eritrea (Gastronomia Eritrea Huwnet), Haiti (Haiti Tourismes) Italia (Contadini della Vesima), Uruguay, Spagna (Jalapeno) Polonia (ristorante Kowalsky) Afghanistan, Pakistan (Nati per Soffriggere) Argentina, Paraguay, Chile, Ecuador, Venezuela (Colidolat) Australia (Kwiznz) Da Chelo (Kenya).

(altro…)

The uderDOG project

“The underDOG project” was a training course in which we took part. Project took place in Ełk in Poland between 20th and 27th of May 2016.

Participants from Poland, Romania, Slovenia, Italy, Bulgaria and Macedonia were able to meet with each other, work and share their experience thanks to Erasmus + Programme. The main organizer was Foundation “Human LEX Instytut”, which works with children and youth with fewer opportunities, using street base work methodology.

The main aim of training course was to equip participants in new and innovative ways of working with socially excluded young people. During the project participants gained a lot of new skills and knowledge, but also learnt the ins and outs of working with dogs – using dogotherapy. Participants had an opportunity to work with dogs, children and youth with fewer opportunities, they met with experts – kynotherapists and took part in study visits in Republika Sciborska and animal shelter.

Project was implemeted in English, based on tools of non-formal education. “The underDOG project” was a huge chance to become more experienced and aware of new knowledge and skills which can help youngsters in our areas. Training course was also a great opportunity to meet with people from whole Europe and made new contacts.

SEGUICI SU FACEBOOK!

Seguici su Twitter

viaggi